Carlo De Carli

Allievo di Gio Ponti, non è stato solo un protagonista del Museo della Triennale di Milano, ma anche una delle personalità che più ha contribuito al rinnovamento della produzione di mobili in Brianza indirizzandola verso il design. Personaggio di spicco del Politecnico di Milano; dal 1948 al 1968 è stato sia docente che preside. Nel 1954 vince il Compasso d'Oro con la sedia "683" prodotta da Cassina; mentre con la poltroncina "Balestra", disegnata per Tecno, vince il Gran Premio della XI Triennale. Nel 2011 viene ricordato al Triennale Design Museum con la mostra di mobili che lo incorona come uno dei maestri dell' Italian Style. Suo il libro "Architettura Spazio Primario" del 1982.